Monsignor Giuseppe Marciante farà ingresso nella diocesi di Cefalù sabato 14 aprile, alle ore 16.30.

Nella cattedrale della città siciliana sono previste l’accoglienza e la celebrazione eucaristica.

Il presule, 66 anni, di origini catanesi, il 16 febbraio scorso è stato nominato dal Papa, Vescovo di Cefalù dopo oltre otto anni di cura pastorale del settore Est come ausiliare di Roma. La nomina è stata comunicata, in contemporanea, dal vicario generale della diocesi di Roma, Angelo De Donatis, nell’Aula della Conciliazione del Palazzo Lateranense e nella Curia di Cefalù dal Vescovo Vincenzo Manzella, che ha presentato le dimissioni per raggiunti limiti di età, avendo compiuto 75 anni il 16 novembre 2017. Nello stesso momento, la nomina, veniva diffusa anche dalla Sala stampa della Santa Sede.

Nel primo messaggio alla Chiesa di Cefalù, Marciante ha rivolto il suo primo saluto:

«a tutti coloro che soffrono o per malattia o per povertà» e ha rivolto, tra l’altro, un incoraggiamento ai giovani affinché vivano «da protagonisti nella Chiesa».