E’ S.E. Monsignor Angelo De Donatis il nuovo vicario generale di Roma che subentrerà al posto di S.E.cardinal Agostino Vallini arrivato a 77 anni e per raggiunti limiti d’età lascia il suo posto nel palazzo del Vicariato.
Il vicario di S. Santità è la persona alla quale il Papa delega il governo pastorale della sua Diocesi, quella di Roma. Esercita quindi le funzioni di vescovo di Roma pur non portandone il titolo, che rimane prerogativa esclusiva del papa.

La nomina è stata comunicata ufficialmente oggi, 26 maggio, alle ore 12 in contemporanea dal Palazzo del Laterano, sede del Vicariato di Roma, e dalla Sala Stampa della Santa Sede attraverso il Bollettino (scaricabile alla fine dell’articolo) dove si legge che:

«Il Santo Padre Francesco ha accolto la rinuncia presentata dall’Em.mo Card. Agostino Vallini quale Suo Vicario Generale per la Diocesi di Roma e Arciprete della Basilica Papale di San Giovanni in Laterano ed ha chiamato a succedergli nel medesimo incarico S.E. Mons. Angelo De Donatis, Vescovo titolare di Mottola, finora Ausiliare di Roma, elevandolo in pari tempo alla dignità arcivescovile».

Mons. Angelo De Donatis era stato nominato da Papa Francesco nel settembre 2015, vescovo ausiliare per il Clero della Diocesi di Roma, eletto alla sede titolare di Mottola, Motula; ed ha ricevuto l’ordinazione episcopale nella Basilica di San Giovanni in Laterano, cattedrale di Roma, il 9 novembre 2015 (giorno della dedicazione della basilica) proprio dal Santo Padre, il quale in quell’occasione gli ha riferito il suo desiderio per la Diocesi: «Nella Chiesa di Roma vorrei affidarti i presbiteri, i seminaristi», «Tu hai questo carisma!», proprio per questo motivo lo aveva nominato vescovo ausiliare per il Clero.

Di seguito il profilo biografico del nuovo vicario generale di Roma:
S.E. Mons. Angelo De Donatis è nato a Casarano (LE), il 4 gennaio 1954. Alunno prima del Seminario di Taranto e quindi del Pontificio Seminario Romano Maggiore, ha compiuto gli studi filosofici alla Pontificia Università Lateranense e quelli teologici presso la Pontificia Università Gregoriana, dove ha conseguito la Licenza in Teologia Morale. È stato ordinato sacerdote il 12 aprile 1980 per la diocesi di Nardò-Gallipoli e dal 28 novembre 1983 è incardinato nella diocesi di Roma.
Dopo essere stato nei primi anni ’80 collaboratore nella parrocchia di San Saturnino e insegnante di religione, dal 1983 al 1988, è stato vicario parrocchiale della medesima parrocchia, al quartiere Trieste; dal 1988 al 1990, addetto alla Segreteria generale del Vicariato come collaboratore dell’arcivescovo Giovanni Marra e vicario parrocchiale nella parrocchia Santissima Annunziata a Grottaperfetta; dal 1989 al 1991, archivista della Segreteria del Collegio Cardinalizio; dal 1990 al 1996, direttore dell’Ufficio Clero del Vicariato di Roma; dal 1990 al 2003, direttore spirituale al Pontificio Seminario Romano Maggiore; dal 2003 al 2014, parroco a San Marco Evangelista al Campidoglio e assistente per la diocesi di Roma dell’Associazione Nazionale Familiari del Clero, infine dal 2014 gli è stata incaricato della cura e formazione del Clero di Roma da Papa Francesco.
È membro del Consiglio Presbiterale Diocesano e del Collegio dei Consultori. Nel 1989 è stato ammesso all’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme con il grado di Cavaliere; è Cappellano di Sua Santità dal 10 aprile 1990. Nella Quaresima del 2014 ha tenuto le meditazioni per gli Esercizi Spirituali della Curia Romana.

Questa la preghiera che ha fatto Mons. Angelo De Donatis alla sua ordinazione episcopale:

«Padre, ti preghiamo per questa tua sposa, la Chiesa di Roma che noi serviamo. Se invecchiata aiutala a chiederti nuova bellezza. Se sterile aiutala a riscoprire la sua vocazione di madre. Aiuta noi a essere maestri sì, ma solo della misericordia. Del primo passo da fare verso i fratelli».

Per il bollettino della Santa Sede (riportante la nomina del nuovo vicario generale) clicca qui